In passato ho fatto cose disdicevoli di cui mi pento amaramente.
Circa un anno fa consigliai a uno sconosciuto di invitare fuori a bere una mia carissima amica (quasi una sorella), perché sapevo che a lei piaceva questo tizio. Lui mi chiese: “Scopa la tua amica? Perché io sono interessato solo a quello”, risposi: “Certo che scopa, ma non è interessata solo a quello. Però che ti frega, tu falle credere altro. Scopatela e poi mandala affanculo! E se ci resta male…’sticazzi!”. 
Scoppiammo entrambi in una fragorosa risata di intesa.
Credetemi, mi vergogno tantissimo di aver pronunciato quelle parole…dio, che nullità di uomo ero.
Nessuno dovrebbe comportarsi così, mai!
Questa cosa mi sta logorando da tempo e oggi, complice di una ritrovata sensibilità, voglio chiedere finalmente perdono a quella persona:
scusami mezzo sconosciuto, ti ho mentito. Non avrei mai dovuto consigliarti di uscire con quella stronza della mia cara amica che non scopa.

- Livello di inglese parlato: scarso, buono o ottimo?
- Renzi.

Il ragazzo è intelligente, ma a volte si perde in un bicchiere d’alcool.

"Il nuovo iPhone 6 è ancora più sottile, ampio e resistente ai liquidi. E assorbe il doppio rispetto al tuo vecchio assorbente. Provalo."

— dash-mod

"Mi auguro un inverno rigido."

— Le citazioni del cazzo.

- Ho perso un amico per colpa della droga.
- Io una decina per colpa della mutanda in testa.

Che schifo quelle donne che con la scusa di una scopata vogliono in realtà solo prendere un caffè con me. Mi fate ribrezzo. Voi non sapete nulla dell’amore.

Per ogni uomo ci sono sette donne. E tutte e sette si danno della “Troia” a vicenda.

"Ne hanno salvati di cazzi i jeans coi bottoni."

— eroi.

Certe donne non me la danno più a bere, vogliono anche ordinare da mangiare.

"Silvio, staje senza pensier."

Corte d’Appello di Milano.

A tutti voi.

Imparate a meravigliarvi della vostra quotidianità, imparate a trasformare ogni singolo istante della vostra vita in una opportunità di felicità, imparate a volervi bene e siate protagonisti della vostra esistenza che è fatta di luce, sorrisi, risate, gioia e vitalità. E una volta che avrete imparato tutto questo statemi lontano, ché a me quelli sempre felici mi stanno un po’ sulle palle.

Un giorno i finali dei film porno si vendicheranno per tutta l’indifferenza che gli abbiamo sempre riservato.

- Dove vai?
- Esco.
- Anche stasera!? È lunedì, fuori piove e io, io…ho bisogno di te.
- Mi dispiace credimi, ma devo andare.
- No, no, ti prego, resta qui con me. Farò tutto quello che desideri.
- Smettila di farti del male. Non posso, non insistere.
- Tu, tu…sei una merda! Un maledetto stronzo! Un lurido bastar…
- Non farti accecare dalla rabbia, tu queste cose non le pensi veramente.
- Invece sì! E quando tornerai io non ci sarò più, perché me ne vado!
- Tu non andrai da nessuna parte.
- Ahahahah! [risata isterica]. Come fai a esserne così sicuro!?
- Perché sei solo un divano, un divano IKEA. Fattene una ragione.

morganadiavalon ha detto:: Ora che ti ho stalkerato per bene il blog, me ne torno nelle mie stanze. Ma sappi che questo era solo l'inizio!

E quando sarai sazia delle inutilità che scrivo mi verrai a cercare e abuserai del mio corpo, vero? Fanno tutte così. Comunque non ti temo e non ho paura, ma quando arriverà il momento, ti prego, sii delicata. So’ sensibile io.